Comunicati

Corso Fogazzaro – comunicato del 7 febbraio 2019

Il tratto di Corso Fogazzaro interessato

Ieri sera si è riunito il Consiglio Direttivo dell’Associazione Vinòva.

Si è discussa anche la questione Corso Fogazzaro, con particolare attenzione alla domanda di attualitá posta dal nostro Consigliere Ennio Tosetto al Consiglio Comunale.

Vinòva è assolutamente contraria alla riapertura della ZTL, valutando limitativa ed anacronistica un’idea di mobilitá riservata alle auto private, lontana da una idea di città moderna, sostenibile, attenta alle esigenze e alla salute dei suoi abitanti.

E’ altresì evidente per noi che, l’equazione +auto = incentivo al commercio sia un modo di pensare superato che non tiene conto delle nuove modalitá di acquisto e degli stili di vita attuali.

Sosteniamo che il centro storico, con le sue attività commerciali, piú che di auto si rafforzi con idee, iniziative, partecipazione; con cittadini che lo vivano e che lo abitino, con una strategia che ne valorizzi la valenza turistica e culturale.

In antitesi con quanto proposto dall’ attuale amministrazione cittadina, esprimiamo  il nostro appoggio al Comitato dei residenti FuturoFogazzaro e all’Associazione dei commercianti Casa Fogazzaro.

Sottolineiamo anche che Vicenza è una delle città italiane più inquinate, con un alto tasso di polveri sottili nell’aria che ha determinato lo sforamento dai limiti massimi per diversi giorni consecutivi solo nello scorso mese.

Una città più attenta, più bella e più europea dovrebbe pensare a togliere più auto possibili dal centro storico, allargare e valorizzare le zone pedonali, collegare in modo sostenibile i parcheggi esistenti di interscambio con il centro storico con delle navette elettriche.

Garantire le risorse per potenziare e sfruttare al meglio il servizio di trasporto pubblico, rinnovando il parco dei mezzi pubblici per renderli più sostenibili e realizzando una più corretta gestione del traffico.

Limitare ulteriormente l’accesso in città dei mezzi più inquinanti, monitorando costantemente in varie zone la qualità dell’aria.

Pensare e realizzare un efficiente servizio di bike sharing e di car sharing;

Promuovere, a partire dalle scuole, forme di mobilità sostenibile, come ad esempio la “scuola car free” o il “pedibus”.

Chiediamo all’Amministrazione di guardare al bene comune della città e non all’interesse di pochi.


Corso Fogazzaro

ViNova esprime il suo appoggio all’associazione “Casa del Fogazzaro” e al comitato “Futuro Fogazzaro”, condividendone le finalità e le recenti azioni intraprese.

ViNova fa della partecipazione il metodo per raccogliere le istanze dei cittadini, per discuterne criticità e punti di forza traducendole in progettualità condivisa e proposte concrete.

La meritoria spinta che queste associazioni stanno dando al confronto su questioni che interessano non solo residenti e commercianti della zona, ma tutti i cittadini di Vicenza (che vivono il loro centro storico), rientra per stile e contenuto nell’ idea di valorizzazione della città di ViNova.

La riapertura al traffico veicolare va in senso contrario, essendo una proposta calata dall’ alto dall’Assessorato e per nulla collegata ad azioni sinergiche di rivitalizzazione della zona; in piú, non sono minimamente considerati i tanti risvolti negativi dell’iniziativa.

Ci auguriamo che Sindaco e Giunta ascoltino gli oltre 1300 cittadini firmatari della petizione e rivedano questa anacronistica ed inutile  sperimentazione .

Il Consiglio Direttivo di ViNova